user_mobilelogo

Annullate le tradizionali gerarchie tra i materiali, aboliti i confini tra pittura e scultura, superata la materia stessa in funzione del valore del vuoto o dell’immaterialità della luce, fino all’affermazione dell’arte come performance, come esperienza collettiva che coinvolge lo spettatore, la sperimentazione domina il fare artistico contemporaneo. Comprendere la storia dell’espressione dell’ultimo secolo esige un approccio connotato da elementi di novità, che non prende unicamente le mosse dall’analisi delle emozioni e dei pensieri dei protagonisti, ma che richiede, come punto di partenza, il farsi stesso dell’opera d’arte. L’analisi delle innovazioni creative e formali alla base della definizione della storia dell’arte del XX secolo, prende le mosse da una puntuale rilettura in senso cronologico dei punti nodali a livello esecutivo che hanno caratterizzato i movimenti e le correnti distintisi in termini di sperimentalismo e originalità operativa.

Sono nato a Cuneo e ho conseguito la maturità artistica a Pescara. Il mio percorso professionale è iniziato dalle arti grafiche, nelle Marche, dove ho imparato e sperimentato tutte le tecniche di riproduzione, dalla litografia alla serigrafia. Il 1990 è stato l'anno del salto professionale nella comunicazione aziendale. Ho diretto campagne pubblicitarie, realizzato cataloghi e manifesti, firmato copertine di libri e riviste. Tra il 1998 e il 2002 ho curato la comunicazione di vari eventi artistici, mentre in anni più recenti ho partecipato a mostre collettive e personali e fatto parte della giuria di varie estemporanee di pittura. Attualmente risiedo in Abruzzo.

“Qualcuno ha detto che sono un "grafico e un artista sperimentatore attento alla ricerca dell'innovazione". Io so solo che esprimo le mie emozioni con forme e colori, creando giochi cromatici a volte delicati e a volte estremi. La tecnica digitale la trovo utile, perché si adegua perfettamente alla velocità di elaborazione delle idee e le soluzioni sono infinite.

Artist biography

I was born in Piedmont and moved to Abruzzo in 1968. After getting a degree in Arts at High School, my artistic journey began with working in typography, where I learnt all the techniques of reproduction, lithography and serigraphy. In 1985 I became a freelance graphic designer, looking after the corporate communication of several companies. Between the years 1998-2002, I designed posters and brochures for national artistic events. In 2009 I started doing collective and solo exhibitions, collaborating with various artists to promote local artists in Abruzzo. Someone once said that I’m “an experimental graphic artist in search of innovation". I only know that I find the artistic use of digital tools useful. It adapts perfectly to the fast development of new ideas, and offers endless creative possibilities.